Tutti matti per il calcio

Il film di Volfango De Biasi racconta l’avventura della prima Nazionale Italiana composta da calciatori con problemi di salute mentale. Pellicola realizzata con il patrocinio della FIGC.
La FIGC, da sempre in prima fila per un calcio che unisce, capace di abbattere le barriere socio-culturali e aumentare la felicità di chi lo pratica, ha il piacere di invitare l’intera famiglia del calcio italiano nei cinema di tutta Italia ad assistere al film Crazy for Football. La trama del film: un gruppo di pazienti che arrivano dai dipartimenti di salute mentale di tutta Italia, uno psichiatra, Santo Rullo, come direttore sportivo, un ex giocatore di calcio a 5, Enrico Zanchini, per allenatore e un campione del mondo di pugilato, Vincenzo Cantatore, a fare da preparatore atletico. Sono questi i protagonisti di Crazy for Football.

Realizzato da Volfango De Biasi, regista di fama internazionale, e patrocinato dalla Federcalcio, il documentario racconta nei suoi 75 minuti di durata un’avventura emozionante: l’attività della prima Nazionale italiana composta interamente da persone con problemi di salute mentale; dalle prime prove di selezione, per definire la rosa dei 12 giocatori convocati per i Mondiali di calcio di Osaka (i primi disputati da squadre composte da pazienti psichiatrici), fino al ritiro e all’esperienza svolta in Giappone. Un Mondiale chiuso al terzo posto e un’esperienza indimenticabile, vissuta dai giocatori di una squadra davvero speciale.

Il documentario uscirà nei cinema il 20 febbraio 2017, all’interno del circuito delle sale del Consorzio Unici, in oltre 40 cinema in tutta Italia.

Precedente Partire dal nulla e sfidare il Real Madrid, la filosofia di Sarri Successivo Trasferta amara per la Lupa Roma a Viterbo