Lupa Roma, adesso si fa dura

Due sconfitte nelle ultime due giornate per la Lupa Roma del presidente Cerrai (nella foto) che vede assottigliarsi il vantaggio sui play out in un campionato di Lega Pro sempre più difficile.

Nell’ultimo turno netta affermazione della Juve Stabia, in mezzo alla scorsa settimana il successo della Casertana.

Andiamo con ordine. A Caserta la squadra di casa passa in vantaggio al 9′ con una rete di Cissè, in posizione di fuorigioco. Al 22′ il raddoppio: contropiede solitario di Mancosu che fredda Rossi. Momento buio per la Lupa Roma con l’incrocio dei pali di Bianco su provvidenziale deviazione di Rossi e con la traversa di Mancosu. E’ il gol di Tulli a riaprire la contesa al 39′: pennellata di Capodaglio e sponda di Pasqualoni per lo stesso Tulli che segna di testa. Poco dopo Fumagalli salva su Margarita. Ottima Lupa Roma nella ripresa e al 27′ ecco il pareggio, ancora con Tulli, sempre di testa, questa volta su cross di Capodaglio. Casertana che si rituffa in attacco e che passa nuovamente in vantaggio al 41′ con Cissè, preciso il suo piatto destro. E’ il gol partita.

Ecco il tabellino della Lupa Roma: Rossi, Frabotta (42′ st Tajarol), Celli, Capodaglio, Pasqualoni, Bariti, Raffaello, Del Sorbo, Margarita (24′ st Cerrai), Tulli. Cartellini gialli per Celli, Del Sorbo e Rossi.

Senza storia il match contro la Juve Stabia che passa in vantaggio al 36′ della prima frazione con Di Carmine e che chiude i giochi nella ripresa con Caserta e ancora Di Carmine sfruttando la superiorità numerica per l’espulsione di Celli per doppia ammonizione al 32′ del secondo tempo.

Lupa Roma in campo con il 4-3-1-2: Rossi, Frabotta, Celli, Capodaglio (35′ st Mastropietro), Pasqualoni, Cascone, Bariti, Raffaello, Del Sorbo, Margarita (17′ st Prevete), Tulli. Ammoniti Cascone, Raffaello, Del Sorbo e Margarita.

Prossimo appuntamento domenica 22 marzo al Quinto Ricci di Aprilia, di scena il Foggia.

Precedente Questo Seattle mette paura Successivo America, quanti colpi di scena finali