Lupa Roma, contro il Melfi per il riscatto

E’ arrivato il primo ko casalingo per la Lupa Roma nel campionato di Lega Pro, a violare il campo di Aprilia è stata una Salernitana perfetta. Un 4-0 senza possibilità di repliche. La Lupa Roma si è presentata all’appuntamento senza lo squalificato Testardi e gli indisponibili Martorelli e Raffaello. Dopo una buona opportunità per Cerrai, è arrivato all’8′ il gol del vantaggio della Salernitana con un colpo di testa di Trevisan sulla punizione battuta da Favasulli.. Il raddoppio è giunto al 27′ con il colpo di testa di Franco sul traversone di Colombo che ha trovato Rossini molto incerto nell’uscita. Sempre di testa la terza rete di Trevisan sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il definitivo poker è stato messo a segno da Gabionetta. Da segnalare una difesa da rivedere completamente, soprattutto nel gioco aereo.

Il tabellino della Lupa Roma (4-2-3-1): Rossini (30′ pt Rossi); Frabotta, Conson, Cascone (1′ st Malatesta), Celli; Prevete, Capodaglio; Bariti (31′ st Moras), Cerrai, Perrulli; Tajarol. Ammoniti nei romani Capodaglio, Frabotta e Celli.

Il primo ko in casa è arrivato dopo 8 gare ufficiali tra Campionato e Coppa (5 vittorie e 3 pareggi). Sabato 6 dicembre il prossimo turno alle 17 in casa del Melfi.

Intanto è scoppiata la grana “stadio”: il presidente della Lupa Roma Alberto Cerrai (nella foto, fonte notiziariocalcio.com) aspetta una soluzione. “Avrei speso 400mila euro ristrutturando la Stella Polare a Ostia: hanno detto no”, ha dichiarato nei giorni scorsi il patron. Il numero uno della Lupa Roma ha poi aggiunto: “Se non posso fare calcio a Roma tanto vale chiudere. Lo stadio o niente Lupa”. Sarebbe un vero peccato far chiudere un club che in poco tempo ha dimostrato di essere solido e di poter dare possibilità in più agli sportivi romani e non solo.

Precedente Lupa Roma, gara difficile dentro e fuori dal campo Successivo Gianni Rivera: "Milan, senza investimenti non si vince"