Lupa Roma, gara difficile dentro e fuori dal campo

Una trasferta difficile, dentro e fuori dal campo. La Lupa Roma ha pareggiato per 2-2 contro la Vigor Lamezia, sfiorando il bottino pieno davanti a mille spettatori. Per due volte in vantaggio, la squadra di Cucciari si è fatta riprendere nel finale. Tajarol ha portato avanti i suoi dopo appena quattro minuti con un colpo di testa sulla sponda di Malatesta. Primo pareggio di Del Sante realizzato in pieno recupero. Buon inizio dei padroni di casa nella ripresa con alcune occasioni pericolose fino al 33’ con il calcio di rigore di Testardi (decretato per un fallo di mano di Puccio). Per una mano di Lazazzera è stato accordato al 40’ un rigore alla Vigor Lamezia, trasformato da Improta.

La Lupa Roma è scesa in campo con il 4-4-2: Rossini, Frabotta, Conson, Martorelli, Pasqualoni, Santarelli, Capodaglio, Prevete, Cerrai (32’ st Moras), Tajarol (38’ st Lazazzera), Malatesta (15’ st Testardi). Ammoniti Frabotta, Martorelli, Prevete, Tajarol e Malatesta.

In tribuna, durante la gara, i tifosi bianco verdi hanno apostrofato in maniera pesante i dirigenti e i giocatori della Lupa Roma. La dirigenza locale si è prodigata affinché la situazione non degenerasse in atti inconsulti e ha preso le distanze dalle persone che hanno compiuto azioni che non hanno nulla a che vedere con lo sport.

Intanto la Lupa Roma si sta preparano alla sfida con la Salernitana, match valido per la 15a giornata del campionato di Lega Pro 2014/2015 girone C, in programma domenica 30 novembre alle 14.30 allo stadio Quinto Ricci di Aprilia.

Precedente Colonnese: "Risultato giusto nel derby" Successivo Lupa Roma, contro il Melfi per il riscatto