Gentili esonerato dalla CreCas: “Accetto una decisione che non comprendo”

“Lascio il CreCas con dignità, ho provato a fare del mio meglio, ma questo dopo appena sei giornate di campionato non poteva essere completamente evidenziato ed apprezzato. Posso solo, come piace a me, fidarmi dei numeri, e della terza piazza, in linea con gli obiettivi. Analisi tecniche non voglio farne per rispetto, così come non le ha volute fare la società. Ne approfitto per salutare e ringraziare le persone per bene che ho conosciuto a Palombara, dallo staff tecnico al custode. Ringrazio i ragazzi per la serietà, la disponibilità e l’impegno profuso, li abbraccerò guardandoli negli occhi uno ad uno. Ero, sono e rimarrò legato a questi colori e sono certo che la Serie D sarà raggiunta. Pur non capendo la decisione societaria, sono costretto ad accettarla, anzi non posso che ringraziare per l’iniziale fiducia dimostratami. Anche questa si chiama esperienza e mi permetterà di crescere ulteriormente. Forza CreCas”, queste le dichiarazioni dell’allenatore Fabio Gentili, esonerato dopo sei giornate dal Cretone Castelchiodato Città di Palombara nel campionato di Eccellenza.

Proprio Gentili nel 2014 aveva portato questa squadra nel massimo campionato regionale grazie alla vittoria della Coppa Italia di Promozione. Era tornato questa estate con grande entusiasmo, ma non è bastato per portare avanti l’avventura.

La decisione del club è arrivata dopo un summit tra il patron Fabrizio Valentini, il presidente Germano Persichetti, il direttore generale Marco Laurini e il direttore sportivo Marco Ferramini.

Un esonero sorprendente, il CreCas con 11 punti dopo 6 giornate (3 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta) occupa la terza posizione insieme ad altre squadre, a due punti dal Ladispoli secondo (posizione valida per i play off) e a meno 7 dalla capolista Sff Atletico che sembra al momento non avere rivali per il titolo, forte di una rosa molto più attrezzate delle altre.

La squadra è stata temporaneamente affidata all’allenatore in seconda Fabio Cola che la guiderà insieme al preparatore atletico Emanuele Restante e al ds Ferramini già dalla gara di Coppa Italia contro l’Atletico Vescovio in programma domani.

Precedente La rinascita della Tivoli Calcio 1919 legata al lavoro di mister D'Aniello Successivo Caso "Ferraris", Grillo (Asd Villanova): "Non è stato possibile trovare una soluzione"