Donnarumma, un veterano di 17 anni

“Sono arrivato a Milano due anni fa e ora gioco titolare nella squadra per la quale ho sempre tifato da bambino. Non penso ai soldi, non ho nemmeno l’età per comprarmi la macchina. Mio padre è un falegname, mia madre è casalinga. Io vivo in convitto a Milano, la mattina se non c’è allenamento vado a scuola, perché per i miei genitori è importante che mi diplomi. La tranquillità è la mia forza, nella vita come nei momenti duri di una partita. I paragoni con Buffon? Io penso solo a lavorare giorno per giorno e a godermi questo splendido momento. Oggi rifiuterei anche il Barcellona perché sono già nella squadra dei miei sogni”, firmato Gianluigi Donnarumma. Compie 17 anni oggi il portiere del Milan. Alla sua età Franco Baresi non aveva ancora esordito in Serie A, mentre Paolo Maldini poteva contare su una sola presenza. Donnarumma, invece, è già un veterano con 18 partite alle spalle.

Il portiere rossonero ha l’età dalla sua parte, ma soprattutto sembra avere tutte le carte in regola per diventare un grande della storia del calcio. E’ alto, ma allo stesso tempo agile e quindi senza problemi sulle palle basse. Non ha paura nelle uscite e raramente sbaglia il tempo. Ha la personalità per riprendersi subito da un errore. Deve migliorare nel gioco con i piedi. In queste 18 partite nella massima serie ha commesso solo alcune ingenuità e tante, tantissime, grandi parate. Il presidente Silvio Berlusconi ha detto che è incedibile.

Oggi ci siamo ricordati che Donnarumma ha appena 17 anni. Auguri “Gigio”.

Precedente "Il calcio sul web" in radio, puntata 16: Berlusconi, 30 anni, 28 trofei, infinite emozioni Successivo Ulivieri: "Vi racconto una bella storia"