Crea sito

Il nuovo Civitavecchia a caccia di una punta

Esito positivo quindi per la trattativa a Civitavecchia. La squadra cittadina disputerà il prossimo campionato di Eccellenza, massima categoria del calcio regionale, con Stefano Biondi presidente, Marcello Smacchia direttore sportivo e Ottavio Insogna allenatore.

Le prospettive sono quelle di un campionato da media-alta classifica. Senza la pesante penalizzazione della passata stagione, la squadra si sente liberata di un peso e può fare anche meglio. Ricordiamo che nel torneo 2013/2014 il Civitavecchia è riuscito a dare filo da torcere alle più blasonate formazione togliendosi grandi soddisfazioni.

Sicuramente i movimenti di mercato non mancheranno. Intanto da segnalare il tentativo di rinnovo con i vari Leone, Travaglione, Parla, Panunzi, Romagnoli e Pascucci. Torna dal prestito il ’96 Yamani, un giovane talento. Soprattutto dal Guidonia è in dirittura d’arrivo il difensore Luca Brunetti, classe 1988, capace di giocare al centro e sulla corsia di destra. Nulla da fare per un altro centrale, classe 1986, il greco Ilias Aspridis, tornato per motivi personali nel suo Paese.

Insogna nell’ultima stagione ha schierato il suo Guidonia prevalentemente con il 4-2-3-1, probabile una conferma di uno schema che piace molto al tecnico perché in grado di coprire larga parte del campo e di liberare la fantasia in attacco. Attenzione, Insogna è un “sacchiano rivoluzionario” e in alcune partite ha proposto anche un 3-3-3-1 innovativo, un copyright molto interessante dove gli esterni offensivi devono necessariamente giocare più larghi per poter rientrare almeno una decina di volte a gara e cioè in occasione delle offensive avversarie.

Telefonini roventi per il ds Smacchia, dal tecnico ha ricevuto la missione di portare a casa un centravanti alto, in grado di tenere alta una squadra e di fare reparto da solo, con il compito di sfruttare la domenica il grande lavoro settimanale sulle palle inattive.