Crea sito

Massimo De Santis torna ad occuparsi di calcio a tempo pieno

Massimo De Santis negli ultimi anni si è avvicinato al calcio dilettantistico laziale e dopo le esperienze vissute a Palestrina e Civitavecchia, quest’anno sta aiutando il Cretone Castelchiodato Città di Palombara ad organizzarsi in vista della prima storica stagione in Eccellenza. Voci di corridoio, inoltre, danno l’ex arbitro internazionale, conosciuto ai più per il coinvolgimento nello scandalo di Calciopoli nel 2006, vicino ad un accordo con L’Aquila, club di Lega Pro.

Nel corso della presentazione della squadra laziale, avvenuta giovedì 3 luglio presso il ristorante “L’Uliveto” di Palombara, De Santis è intervenuto su diversi temi di attualità: “Perché l’Italia è andata così male ai Mondiali? Perché nei settori giovanili non si premia più il talento”. De Santis in questi giorni sta curando una rubrica sul quotidiano Il Tempo dove commenta l’operato arbitrale: “Si tratta di un’esperienza nuova – prosegue De Santis -, credo sia opportuno criticare gli arbitri quando sbagliano. Una critica costruttiva fa bene alla crescita”.

La carriera arbitrale di De Santis è iniziata da Tivoli, suo padre infatti era il punto di riferimento della sezione Aia. Una volta raggiunti i massimi livelli, De Santis ha subito il primo stop alla sua ascesa a seguito dell’annullamento del gol di Fabio Cannavaro, all’epoca difensore del Parma, contro la Juventus nel 2000. Un episodio che rischiava di decidere una stagione, solo la pioggia di Perugia e la sconfitta del club di Torino della settimana successiva, a favore della Lazio vittoriosa sulla Reggina e campione d’Italia, ha rimesso tutto a posto.

A un mese dal Mondiale del 2006, poi vinto dagli azzurri, De Santis è rimasto coinvolto nello scandalo Calciopoli, anche detto “Moggiopoli” per la forte influenza del direttore generale della Juventus Luciano Moggi nei confronti degli arbitri. Tra le intercettazioni più volte è uscito fuori il nome di De Santis in una vicenda che forse non avrà mai fine. In quel momento De Santis si stava preparando a rappresentare gli arbitri italiani nella competizione mondiale in Germania.

Adesso De Santis sta cercando di iniziare una nuova carriera nel calcio. Una curiosità: nei nuovi acquisti del Cretone Castelchiodato Città di Palombara figura anche il portiere Alessandri, proveniente dal Monterotondo dove la dirigenza conserva ottimi rapporti con il dg del Parma, l’eretino Pietro Leonardi, all’epoca dei fatti il referente di Moggi. Lo spettro della “nuova Gea” sul calcio dei dilettanti laziale.

 

Una risposta a “Massimo De Santis torna ad occuparsi di calcio a tempo pieno”

I commenti sono chiusi.