Ecco chi è Palumbo: il nuovo allenatore del Tor Lupara

Andrea Palumbo è il nuovo allenatore del Tor Lupara, compagine che affronterà il prossimo campionato di Prima Categoria.

Il giovane tecnico è conosciuto per il bel gioco che riesce a trasmettere alla squadra grazie a tecniche innovative. Uno degli obiettivi, infatti, è quello di far partecipare tutti alle manovre e di arrivare alla conclusione dopo aver disorientato l’impostazione difensiva avversaria. E’ possibile quindi vedere gol dopo passaggi da parte di numerosi giocatori dell’undici in campo. Uno stile che porta in rete al termine del campionato molti giocatori. Non c’è un solo schema a disposizione, ci si adatta alle caratteristiche della rosa.

Palumbo è un allenatore che conosce la gavetta, partendo dal settore giovanile del Villalba Ocres Moca 1952. Per esaltarsi, però, è necessario fare il “salto della Longarina” (il passaggio dal Villalba al Guidonia, ndr). A Guidonia riesce a conquistare un campionato Allievi e a terminare al secondo posto un torneo regionale approdando così in Elite, mettendosi poi in mostra nell’Under 19 regionale. Molti dei giocatori cresciuti da lui, appartenenti alla classe 2000, sono in prima squadra come l’attaccante Saimon Kwiatkowski, mentre altri stanno facendo la fortuna di altri club come il centrocampista Nicolò Ciaraglia al Sant’Angelo Romano nel massimo campionato regionale. Solo per citare alcuni nomi.

Con le prime squadre Palumbo riesce a risollevare una situazione difficile a Marcellina e ad impostare un gruppo degno di nota a Ponte di Nona prima dello stop a causa dell’emergenza sanitaria.

A seguirlo è Donato Olivieri che dopo l’esperienza del Setteville Caserosse diventa il presidente del Tor Lupara e decide subito di chiamare Palumbo in panchina. Le ambizioni sono alte anche per effetto di alcuni elementi di esperienza come il portiere Lorenzo Sciarratta, il difensore Enrico Oliva, l’esterno Davide Falcinelli e l’attaccante Cristiano Di Giacinto. La missione è quella di posizionarsi nella metà giusta della classifica per questa stagione, costruendo le basi per puntare al più presto al vertice.

“Coesione del gruppo e condivisione degli obiettivi” i due punti di riferimento del lavoro del coach.

La tifoseria rossoblù in grado di trasmettere calore è chiamata a dare quell’apporto in più per spingere i ragazzi a dare il massimo, rendendo magico questo ritorno al calcio giocato.

Bel gioco, vittorie, crescita dei giovani e fair play: il Tor Lupara è nelle mani e nella testa di Andrea Palumbo.