Valentini (CreCasPalombara): “Non sono un mangia allenatori”

Il patron del Cretone Castelchiodato Città di Palombara ha voluto tranquillizzare il suo nuovo allenatore Manrico Berti durante la presentazione della squadra che affronterà il prossimo campionato di Eccellenza. “Non sono un mangia allenatori”, le dichiarazioni dell’imprenditore che è riuscito a portare il club dalla Terza Categoria al massimo campionato regionale. Reduce da una stagione esaltante con il secondo posto nel campionato di Promozione ed il trionfo nella Coppa Italia, Valentini non ha mai legato con il tecnico della scorsa annata Fabio Gentili, sempre difeso all’esterno. Il patron Valentini è riuscito a portare a casa l’obiettivo stagionale, con qualche difficoltà come logico, pur non condividendo le scelte e in alcuni casi i modi del mister. “Siamo persone semplici, Berti è uno come noi”, il messaggio rivolto al nuovo allenatore.

Meno tattiche esasperate, meno statistiche, più concretezza e un rapporto migliore con lo spogliatoio: solo così si può vivere una stagione serena in un torneo difficile e competitivo.

L’arrivo di un allenatore esperto che in carriera ha già vinto molto e ha fatto bene in tante piazze ha cambiato l’atteggiamento di molti giocatori. Oggi nello spogliatoio del Cretone Castelchiodato Città di Palombara quando parla il tecnico tutti si fermano ad ascoltare e se esistono dubbi questi vengono affrontati in disparte, faccia a faccia.

Un salto di qualità che serviva alla società per entrare nel mondo dei grandi. E’ stato ricucito anche il rapporto tra Berti ed il portiere Marco Lauri, entrambi tiburtini, spesso avversari sui campi negli ultimi anni con alcuni scambi di opinioni dalla porta alla panchina. Come capitano è stato scelto il 28enne Simone Calabresi, difensore centrale, ormai padre di famiglia e desideroso di guidare il reparto arretrato e gli altri dieci giocatori sul campo.

La struttura c’è, si guarda al futuro. Domenica inizia il campionato.

Precedente Il ds Angelucci, la "mente" di un Colleferro che sogna Successivo Il presidente Armeni (Villanova) lancia un messaggio a Tavecchio