Rossi, il portiere goleador della Lupa Roma

E’ stato Rossi, il portiere, a risolvere il match con il Messina e la Lupa Roma è riuscita a conquistare un punto pareggiando 2-2 all’ultimo minuto. Un risultato importante in chiave salvezza perché in questa maniera la compagine giallorossa, conosciuta per i suoi recenti trascorsi in Serie A, è rimasta alle spalle della Lupa Roma.

Al “Quinto Ricci” di Aprilia, la squadra di casa era riuscita addirittura a passare in vantaggio al 20’: a seguito di un clamoroso errore di Altobello, Raffaello ha raccolto la sfera dirigendola verso Luciano Leccese il quale davanti al portiere ha poi concluso con un preciso piatto destro.

A fine primo tempo è arrivato il clamoroso ribaltone: al 40’ lo storico capitano Giorgio Corona, in posizione di fuorigioco secondo molti, ha trovato la via della rete di piatto destro. Tempo tre minuti e si è concretizzato il sorpasso con una vera e propria invenzione di Ciciretti con un sinistro micidiale a giro.

Lupa Roma che con generosità ha attaccato nel secondo tempo fino al pareggio di Rossi, l’estremo difensore si è portato in avanti sugli sviluppi di un calcio piazzato incornando di testa.

Ecco come è scesa in campo la Lupa Roma: Rossi, Pasqualoni, Curcio (8’ st Celli), Capodaglio (34’ st Tajarol), Conson, Cascone, Bariti (28’ st Malatesta), Raffaello, Tulli, Cerrai, Leccese. Ammoniti Conson, Cerrai, Celli e Capodaglio.

Prossimo impegno domenica alle 18 in casa della Paganese.

Precedente Brignoli, il futuro si chiama Serie A Successivo La Lupa Roma muove la classifica