Il presidente Armeni (Villanova) lancia un messaggio a Tavecchio

Nel giorno della presentazione del suo Villanova (società che milita nel campionato di Eccellenza laziale), il presidente Altemizio Armeni detto “Max” ruba la scena a tutti e lancia un messaggio a Carlo Tavecchio, presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio: “Una volta eri dalla nostra parte, dalla parte dei dilettanti. Oggi sei al comando del calcio italiano. Tra pochi mesi eleggeremo il nuovo presidente della Lega Nazionale Dilettanti che verrà da te a portare le stesse istanze che una volta ti vedevano promotore. Se dirai di sì allora ti dimostrerai un vero uomo, altrimenti sarai solo un altro giullare che abbiamo visto passare nel mondo del calcio”.

Una dichiarazione chiara e precisa da parte del numero uno del Villanova, un presidente che è riuscito a far rinascere il calcio nel quartiere del comune di Guidonia Montecelio portandolo tra i massimi livelli regionali e lavorando su un impianto sportivo che oggi rappresenta un fiore all’occhiello nel Lazio. “Tavecchio ha iniziato con il piede sbagliato – continua Armeni -, in primis perché si fida del presidente della Lazio Claudio Lotito che è tutto tranne che un presidente di una squadra di calcio. Avete visto l’immagine di Lotito con la casacca dell’Italia? Cosa devono pensare gli altri presidenti? Certo, ha tutto il tempo a sua disposizione per fare bene e farmi cambiare idea”.

Nel suo show Armeni punta il dito anche sul Comitato Regionale Lazio: “Nei posti che contano ci sono sempre gli stessi presidenti, alcune squadre sono più tutelate rispetto ad altre. Il presidente Melchiorre Zarelli deve riflettere su queste parole. Mi piace il progetto di un nuovo complesso sportivo a Tor Sapienza, ci aiuterà a fare un salto di qualità. Lancio un appello: aiutiamo le società in difficoltà, è brutto vedere ritiri durante la stagione. Creiamo una polizza assicurativa per questi club che devono almeno terminare la stagione”.

E’ partito da Jenne, oggi è uno dei presidenti più stimati nel mondo del calcio.

“Sono 21 anni che faccio il presidente di una squadra di calcio, Villanova è il mio punto di arrivo – prosegue Armeni -. Il calcio è la mia passione, fortunatamente posso permettermi di investire qualcosa in questo sport ma a Villanova cerchiamo di stare attenti ai conti. Non ci sono più gli sponsor di una volta, riusciamo a tenerci in piedi solo grazie alla Scuola Calcio diretta perfettamente dal Responsabile Gino Zampa. Ogni anno, però, puntiamo a crescere e migliorare”.

Precedente Valentini (CreCasPalombara): "Non sono un mangia allenatori" Successivo Sant'Angelo Romano, arriva la corazzata Valle del Tevere