Lupa Roma, domenica parte l’avventura contro il Lecce

Due partite e due vittorie nel calcio professionistico per la Lupa Roma. La compagine romana nella Coppa Italia ha avuto la meglio anche sul Grosseto lo scorso venerdì 22 agosto qualificandosi per il turno successivo della competizione. Un successo all’inglese, per 2-0. Vantaggio nel finale della prima frazione di gioco con la rasoiata di Pasqualoni. A pochi minuti dal termine della sfida il raddoppio di Scibilia in contropiede.
La Lupa Roma è scesa in campo con uno schieramento offensivo. Il 4-3-3 scelto dal mister Cucciari sicuramente dovrà essere rivisto domenica in occasione della sfida con il Lecce, prima giornata del campionato di Lega Pro 2014/2015. Contro il Grosseto tra i pali ha giocato Rossi; in difesa Pasqualoni, Conson, Prevete e Faccini; a centrocampo Raffaello (dal 14′ del secondo tempo Oxa), Capdodaglio e Tagliavacche (dal 25′ del secondo tempo Ferrari); in attacco Testardi (al suo posto Picone dopo 10 minuti della ripresa), Scibilia e Moras. Ottima prestazione di Capodaglio a centrocampo. Un cartellino giallo per Tagliavacche.
Il tecnico Cucciari nel post-partita ha dichiarato di non essere rimasto soddisfatto dalla prestazione della squadra che comunque ha dimostrato di essere cinica al punto giusto e di aver già raggiunto una discreta forma atletica contro una squadra imbottita di giovani. L’attaccante Danilo Scibilia ha dedicato il suo gol ad Andrea Servi, a un anno dalla scomparsa dell’ex capitano. Servi è rimasto nei cuori e nella mente dei giocatori che hanno lottato insieme a lui contro un male terribile.
Dopo la vittoria con il Grosseto la squadra ha iniziato a preparare la sfida con il Lecce, in programma domenica ad Aprilia, campo “Quinto Ricci”, calcio d’inizio alle 12.30. Il Lecce è una delle squadre favorite per la vittoria finale e quindi per la promozione in Serie B. Inizio in salita per la Lupa Roma. La serenità di chi non ha nulla da perdere, però, è dalla parte dei romani.

Precedente Petrongari, contro il Rieti la partita del cuore Successivo Gubinelli si rimette in gioco, dal Pescara al Villanova