La Germania dalla disperazione al grande sogno

Con la rete di Kroos al 95′ la Germania batte la Svezia in rimonta e si ritrova a 90 minuti dalla qualificazione agli ottavi dopo aver rischiato grosso per tutta la partita. I campioni del Mondo, infatti, sbagliano l’approccio e si ritrovano sotto nel punteggio dopo 32 minuti mal giocati: è lo stesso Kroos a sbagliare un disimpegno a centrocampo che porta successivamente Toivonen a superare Neuer con un pallonetto (per l’attaccante la fortuna di una leggera deviazione). Germania senza idee e sfortunata quando Olsen sbarra per due volte la strada a Gundogan e Muller. E’ il rientrante Neuer a salvare i tedeschi con un volo sul colpo di testa di Berg. Tutta un’altra storia nel secondo tempo. La forza della disperazione porta la Germania a spingere e Reus trova immediatamente il pareggio anticipando tutti sul cross di Werner. Passata la tempesta la Svezia si riorganizza e si lamenta per un secondo rigore non accordato. L’arbitraggio favorisce nettamente la Germania, ma nulla può davanti al fallo di Boateng: secondo giallo e tedeschi in dieci. Germania che deve assolutamente vincere e che si butta all’attacco lasciando ampi spazi non sfruttati a dovere dalla Svezia. Olsen è bravissimo sul colpo di testa di Gomez, Brandt colpisce il palo. Al quinto di recupero, però, Olsen sbaglia tutto: due soli uomini in barriera e piazzamento troppo centrale, così Kroos batte sul suo palo e segna il gol che capovolge le sorti del girone. La Germania deve vincere l’ultima gara contro la Corea in un girone che potrebbe proporre un arrivo con tre squadre a 6 punti. Per rivedere Rudiger e compagni giocare bene, però, è necessario l’impiego di Ozil.

Precedente David Di Michele gestirà la Scuola Calcio del Guidonia Successivo Felipe Anderson vicino al West Ham, anche Candreva in Inghilterra