La Francia elimina l’Argentina, spettacolare Mbappé

La Francia elimina l’Argentina convincendo più del solo gol di differenza. Il 4-3, infatti, non rispecchia completamente la differenza tra le due squadre in campo e soprattutto nasconde i numerosi limiti di Messi e compagni, mai veramente brillanti in questa spedizione in Russia.

La partenza è tutta francese e Mbappé non si ferma mai. Al 9′ l’attaccante transalpino viene atterrato disperatamente da Mascherano, punizione e Griezmann colpisce la traversa. Un’altra sgroppata di Mbappé al 13′ (50 metri con grande velocità palla al piede) costringe Rojo all’atterramento. Dal dischetto si presenta Griezmann che spiazza Armani, palla a sinistra e portiere a destra. Continua a dominare la Francia, al 21′ punizione alta di Pogba e al 26′ sempre il centrocampista trova nel corridoio Griezmann, il rasoterra viene bloccato da Armani.

La Francia è in controllo del match, ma a sorpresa arriva il pareggio dell’Argentina con Di Maria che si inventa una conclusione angolata e veloce da più di venti metri, il pallone ferma la propria corsa solo in fondo al sacco.

Al rientro in campo dopo l’intervallo, sulle ali dell’entusiasmo, l’Argentina colpisce ancora: Messi raccoglie un pallone proveniente da una punizione, si gira e calcia trovando sulla traiettoria Mercado che tocca quel tanto che basta per mettere fuori causa Lloris.

La Francia ha il merito di non perdere la testa. Rischia grosso Fazio con un retropassaggio che trova Armani impreparato, Griezmann si inserisce e all’ultimo riesce anche a calciare senza trovare la porta.

E’ il preludio alla tempesta francese che dura 11 minuti e ribalta la partita.

Al 12′ Hernandez vola sulla sinistra e crossa, dalla parte opposta ecco Pavard (giocatore molto interessante) che incolla benissimo (di prima intenzione e con l’esterno tenendo il corpo basso), la palla si infila sotto l’incrocio dei pali.

Altri sette minuti ed ecco il sorpasso: Hernandez mette in mezzo dalla sinistra, batti e ribatti, Mbappe raccoglie e si aggiusta per la conclusione violenta che piega le mani di Armani.

Non è finita perché in contropiede Matuidi trova Giroud che serve lo scatenato Mbappé, piattone all’angolino e Francia avanti di due reti. Mbappé non è in vendita, ma questa partita ha alzato ulteriormente il suo valore.

Subito dopo Pogba manda in porta anche Giroud ma la conclusione termina sull’esterno della rete.

L’Argentina manda in campo anche Aguero e al 47′ rientra in partita: Messi pennella per il neo entrato che di testa indirizza in porta. Mancano due minuti di recupero e l’Argentina si butta in attacco con la forza della disperazione, l’ultima occasione si perde però sul fondo.

Passa la Francia che rafforza le proprie possibilità di vittoria finale, ma nei quarti di finale dovrà fare a meno di Matuidi (squalificato per somma di ammonizioni). Argentina a casa: per Messi continua la maledizione. La Pulce non ha vinto mai nulla con la propria nazionale e non ha mai segnato in un Mondiale nelle gare ad eliminazione diretta (sei invece i gol nel girone).

 

Precedente Felipe Anderson vicino al West Ham, anche Candreva in Inghilterra Successivo Giappone, questa è inesperienza. Belgio, che carattere