Colonnese: “Risultato giusto nel derby”

Un derby di Milano che non ha convinto neanche Francesco Colonnese, ex difensore dell’Inter e attualmente commentatore televisivo in Rai.

Colonnese, hai visto il derby domenica sera?

“Certo. Ho portato mio figlio a San Siro, voleva vedere questo derby essendo tifoso interista. Ho ritrovato alcuni ex compagni di squadra come Toldo e Zanetti. Sono stato con loro in albergo prima di salutarli e poi sono andato allo stadio. E’ stata una partita molto equilibrata, dal punto di vista tecnico non eccezionale. Due squadre che avevano paura di perdere. Alla fine è uscito un risultato giusto”.

Come giudica l’Inter attuale?

“L’Inter può migliorare. La sensazione del derby è stata quella di una squadra avanti dal punto di vista del morale. E’ andata sotto, ma ha saputo reagire senza sfaldarsi. Dal punto di vista tattico deve migliorare. Alcuni giocatori non stanno rendendo al top come Kovacic e Dodò. Anche Icardi deve trovare la condizione. Sicuramente non mancherà il lavoro per Mancini. Per i tifosi la sua presenza è una garanzia: sicuramente il tecnico prima di fermare ha chiesto rinforzi per la prossima sessione di mercato”.

Ed il Milan, l’altra squadra di una Milano pallonara in difficoltà?

“Ho visto un Milan timoroso, una squadra che con grande fatica ha costruito occasioni pericolose. Nel finale ha avuto due buoni palloni più per gli errori difensivi dell’Inter. Ho visto una squadra compassata. Mi è piaciuta la difesa: Mexes ha fatto un’ottima partita e mi sembra un giocatore recuperato. Torres invece in grande difficoltà. I rossoneri devono migliorare”.

Torniamo all’Inter, come hai visto il passaggio di proprietà?

“Moratti è stato costretto a vendere l’Inter. Aveva bisogno di una mano dal punto di vista economico. Ma è ancora presente, in queste ultime settimane è stato vicino alla squadra. Forse ha influito sulla scelta di Mancini come nuovo allenatore per ridare un po’ di entusiasmo a tutto l’ambiente e personalità alla squadra. Adesso è Thohir il nuovo presidente e deve prendere decisioni veloci per rinforzare l’Inter a gennaio”.

Qual è la partita che ricordi con più piacere ed il giocatore più forte con il quale hai giocato?

“La partita che ricordo più volentieri sicuramente la finale del maggio 1998 tra Lazio e Inter con la vittoria della Coppa Uefa. Mi ricordo anche il derby dello stesso anno vinto da Ronaldo con una grande prestazione di Simeone. Sicuramente Il Fenomeno è stato il più grande calciatore con il quale ho avuto il piacere di giocare”.

Non mancano i successi nella carriera di Francesco Colonnese: una vittoria in Coppa Italia nel 2003/2004, una Supercoppa Italiana nel 2000, una Coppa Anglo-Italiana nel 1992/1993 e una Coppa Uefa nel 1997/1998 oltre a un campionato europeo con la Nazionale Under 21. Ha vestito la maglia di squadre importanti come Roma, Napoli, Inter e Lazio. Ha frequentato il corso di abilitazione per il master di allenatori professionisti Prima Categoria-Uefa Pro.

Precedente TajaGol riporta il sorriso nella Lupa Roma Successivo Lupa Roma, gara difficile dentro e fuori dal campo