Colombia, nessuna pietà e Usa al tappeto

E’ una Colombia se possibile più forte delle aspettative quella che regola gli Stati Uniti nella gara inaugurale dell’edizione 2016 della Coppa America, la manifestazione del centenario.

A Santa Clara, in California, gli Usa di mister Klinsmann scendono in campo con una versione moderna del 4-1-4-1. La Colombia propone nei primi minuti un 4-4-1-1, poi capisce di poter lasciare solo tre uomini in difesa e si posiziona con un 3-5-2.

Tattica a parte, gli Usa tengono il possesso del pallone ma non trovano mai il modo di saltare l’uomo o arrivare al tiro. La Colombia risponde aspettando gli avversari e lanciando spesso un contropiede letale.

Alla prima occasione la gara si sblocca: angolo di Cardona e conclusione al volo del difensore Zapata che riesce nel difficile tentativo di tenere basso il pallone. E’ la rete che apre questa edizione del Centenario.

Colombia ancora al tiro al 15′ con Perez (conclusione bloccata da Guzan) e al 22′ con Cardona che controlla una palla difficile ma non riesce a dare forza. Primo attacco statunitense al 36′ con il vecchio Dempsey che sfiora il montante da fuori area.

Raddoppio colombiano al 40′ su rigore con James Rodriguez (nella foto, fonte yahoo, nda), esecuzione perfetta spiazzando il portiere. Penalty accordato per un intervento di mano di Yedlin.

Nel secondo tempo gli Usa partono male e la Colombia sembra avere la gara in mano nel primo quarto d’ora. Cadorna da lontano scalda ancora i guanti di Guzan.

Poi si sveglia Dempsey che prima costringe Perez al salvataggio sulla linea e successivamente su punizione mostra al mondo quanto è bravo Ospina tra i pali con una parata sotto l’incrocio dei pali. Mister Klinsmann manda in campo anche il giovanissimo Pulisic che solo in un’azione mette in mostra un grande potenziale. Attenzione a questo ragazzo.

Il bomber rossonero Bacca ha voglia di segnare e colpisce una traversa involandosi sul filo del fuorigioco, al Milan verticalizzazioni del genere accadono una volta ogni dieci partite mentre alla Colombia arrivano cinque volte a gara.

Ultimi brividi di Dempsey e Cadorna, poi più nulla. Vince la Colombia, una delle candidate al successo finale.

USA-COLOMBIA 0-2

Usa (4-1-4-1): Guzan 6.5; Yedlin 5, Cameron 5, Brooks 5.5, Johnson 5.5; Bradley 6; Zardes 6, Bedoya 5 (41′ st Zusi sv), Jones 6 (21′ st Nagbe 5), Wood 5.5 (20′ st Pulisic 6); Dempsey 7. All.: Klinsmann.

Colombia (3-5-2): Ospina 7; Zapata 7.5, Murillo 7, Diaz 6.5; Cuadrado 7, Arias 6.5, Perez 6.5 (41′ st Sanchez sv), Torres 6, Cadorna 7.5; Rodriguez 7 (27′ st Celis 5.5), Bacca 6.5 (43′ st Moreno D.). All.: Pekerman.

Arbitro: Garcia (Mexico), voto 7.

Marcatori: 8′ pt Zapata (Col), 42′ pt rig. Rodriguez (Col).

Note: spettatori 67.439. Ammonito Bedoya (Usa). Recuperi: 1′ per il primo tempo e 3′ per il secondo.

Precedente A Tivoli la manifestazione "Calciando e culturando" Successivo Che belle quelle lacrime di Payet